Tannino di castagno

Il tannino di castagno forma sulla vegetazione una sottile pellicola molto adesiva, nutritiva, biodegradabile, scarsamente permeabile all'ossigeno. In grado di ridurre l'evapotraspirazione durante i periodi caldi, riduce la spaccatura dei frutti, favorisce la cicatrizzazione, migliora la resistenza ad attacchi di funghi e batteri.

Ideale in abbinamento anche alle polveri di roccia.

Prodotto derivante da estrazione acquosa di legno di castagno ricco di sostanze polifenoliche. Indicato nei trattamenti radicali e fogliari per le proprieta' complessanti e corroboranti. A livello fogliare forma una pellicola molto adesiva in grado di migliorare la resistenza da attacchi fi funghi e batteri. Per via radicale stimola la microflora utile, promuove la crescita dell'apparato radicale, migliora l'assorbimento degli elementi nutritivi.

Dose e modalita' d'impiego: Fruttiferi, Pomacee, Olivo, Drupacee, Vite, Actinidia, Piante Ornamentali, Floricoltura, Orticoltura: Trattamenti fogliari: 350-450 ml/hl (max 6 kg/ha), ripetendo ogno 10-15 giorni sino alla scomparsa dei sintomi. Trattamenti radicali: 1-3 kg/1000 mq, ripetendo il trattamento 3-4 volte ogni 15-20 giorni.

Confezione: Flacone da 1 kg 

Curare le piante con prodotti Bio

Come combattere e prevenire alcune malattie su ortaggi, piante da frutto e giardino.